Gruppi Sanguigni. Quanti tipi conosciamo? Sono compatibili tra loro?

Esistono 4 gruppi sanguigni principali (tipi di sangue): A, B, AB e O. Il tuo gruppo è determinato dai geni che erediti dai tuoi genitori. Ma vi sono anche 4 sottogruppi.

Gruppi Sanguigni che conosciamo in realtà non sono 4, ma in realtà 8. Scopriamo perché. Nel Corpo Umano vi sono mediamente dai 4 ai 6 litri di sangue. Il flusso ematico è costituito da tessuto liquido composto essenzialmente da plasma e cosiddetti elementi corpuscolati.

Il plasma.

Il plasma è costituito in gran parte da acqua contenente proteine e nutrienti per le cellule.

Gli elementi corpuscolati.

Sono costituiti da:

  • globuli rossi;
  • globuli bianchi;
  • piastrine.

I primi sono predisposti per il trasporto di ossigeno alle cellule e ai tessuti; ma anche alla rimozione di anidride carbonica dagli stessi

I secondi sono parte integrante del sistema immunitario nel nostro organismo. Aiutato a difenderlo dalle infezioni (batteriche, virali, micotiche e iatrogene.

Le terze rientrano nel complesso meccanismo della coagulazione ematica e della riparazione tissutale.

Il fattore RH.

La normale classificazione internazionale ci dice che i gruppi sanguigni principali sono:

  • A;
  • B;
  • AB;
  • O.

Ma esistono altri 4 sottogruppi classificati in base al cosiddetto fattore Rh.

Ogni gruppo può essere Rh positivo o Rh negativo, ovvero se vi è nella sua composizione chimica l’antigene Rh D o meno (si tratta di una particolare proteina).

Secondo la classificazione internazionale AB0 ogni soggetto ha uno ed uno solo dei seguenti gruppi sanguigni:

  • A Rh D positivo (A+);
  • A Rh D negativo (A-);
  • B Rh D positivo (B+);
  • B Rh D negativo (B-);
  • 0 Rh D positivo (0+);
  • 0 Rh D negativo (0-);
  • AB Rh D positivo (AB+);
  • AB Rh D negativo (AB-).

Ad esempio, circa l’85% della popolazione del Regno Unito è RhD positivo (il 36% della popolazione ha O +, il tipo più comune).

I donatori universali.

Nella maggior parte dei casi, il sangue O RhD negativo (O-) può essere tranquillamente somministrato a chiunque.

Viene spesso utilizzato nelle emergenze mediche quando il gruppo sanguigno non è immediatamente noto.

Compatibilità tra gruppi sanguigni.

GRUPPOPUOI DONARE IL SANGUE A:PUOI RICEVERE SANGUE DA:
A+A+, AB+A+, A-, 0+, 0-
A-A+, A-, AB+, AB-A-, 0-,
B+B+, AB+B+, B-, 0+, 0-
B-B+, B-, AB+, AB-B-, 0-
0+0+, A+, B+, AB+0+, 0-
0-Tutti0-
AB+AB+Tutti
AB-AB+, AB-AB-, A-, B-, 0-

Prevalenza dei gruppi: attenzione alle incompatibilità.

Il gruppo sanguigno O è il gruppo sanguigno più comune. Quasi la metà della popolazione del Regno Unito (48%), ad esempio, ha il gruppo sanguigno O.

Ricevere sangue dal gruppo ABO sbagliato può essere pericoloso per la vita.

Ad esempio, se a qualcuno con sangue di gruppo B viene somministrato sangue di gruppo A, i suoi anticorpi anti-A attaccheranno le cellule del gruppo A. Questo è il motivo per cui il sangue del gruppo A non deve mai essere somministrato a qualcuno che ha sangue del gruppo B e viceversa.

Poiché i globuli rossi del gruppo O non hanno antigeni A o B, possono essere tranquillamente somministrati a qualsiasi altro gruppo.

Test del gruppo sanguigno.

Per calcolare il gruppo sanguigno di un individuo i suoi globuli rossi vengono mescolati con diverse soluzioni di anticorpi. Se, ad esempio, la soluzione contiene anticorpi anti-B e hai antigeni B sulle tue cellule (sei gruppo sanguigno B), si aggregheranno insieme.

Se il sangue non reagisce a nessuno degli anticorpi anti-A o anti-B, è il gruppo sanguigno O. Per identificare il tuo gruppo sanguigno può essere utilizzata una serie di test con diversi tipi di anticorpi.

Donazione di sangue.

Se l’utente deve ricevere una trasfusione di sangue è necessario prima prelevarlo da un altro individuo con gruppo sanguigno compatibile. Il sangue raccolto verrà testato contro un campione di cellule donatrici che contengono antigeni ABO e RhD. In assenza di reazione, è possibile utilizzare sangue di donatore con lo stesso tipo ABO e RhD.

La maggior parte delle persone sono in grado di donare sangue, ma solo 1 persona su 25 lo fa effettivamente.

E’ possibile donare sangue se:

  • sono in forma e sani;
  • pesare almeno 50 kg;
  • hanno 17-66 anni (o 70 se hai già donato sangue);
  • hanno più di 70 anni e hanno donato sangue negli ultimi 2 anni .

Sangue e gravidanza.

Alle donne incinte viene sempre eseguito un esame del gruppo sanguigno. Questo perché se la madre è RhD negativa, ma il bambino ha ereditato sangue RhD-positivo dal padre, potrebbe causare complicazioni se non trattata.

Le donne RhD-negative in età fertile dovrebbero sempre ricevere solo sangue RhD-negativo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*